RICHIEDI UN ALLOGGIO

La ceramica di Casteldurante

“…e la piccola tavola del tè era pronta con tazze e sottocoppe in maiolica di Castel Durante, antiche forme d’inimitabile grazia…”

Gabriele D’Annunzio (Il Piacere – libro I)


Nel ‘500 Urbania, che all’epoca aveva il nome di Casteldurante, insieme a Urbino e Pesaro, produsse tra le più belle maioliche del Rinascimento, distinguendosi da Faenza e dagli altri luoghi italiani della maiolica per l’invenzione di decorazioni proprie e la raffinatezza del genere pittorico narrativo detto “istoriato”.

Nella cittadina metaurense ardevano all’epoca oltre 40 forni per una committenza italiana ed europea e spesso i maestri durantini lasciavano la patria per diffondere la loro arte. Il durantino Cipriano Piccolpasso scrive nel 1548 “Li tre libri dell’arte del vasaio” dettando le regole e i segreti del far ceramica.

La produzione di maioliche rese famosa Urbania fin dal rinascimento e oggi, la tradizione di un tempo, con pregio viene riproposta dalle botteghe del luogo. Urbania è riconosciuta dal ’94 “Zona di produzione della ceramica artistica e tradizionale” primo Comune delle Marche (Legge 188/90).

Urbania è uno dei 35 Comuni (insieme a Ascoli Piceno per la Regione Marche) che ha ottenuto la prestigiosa certificazione DOC della propria produzione ceramica entrando a fa parte dell’A.I.C.C. (Associazione Italiana delle Città Ceramiche). Nel ‘500 la ceramica durantina, grazie alla cultura raffaellesca, alla ricchezza d’immagini di incisori famosi e all’influenza di pittori e umanisti della corte ducale, si afferma al punto tale da raggiungere ogni angolo d’Europa e oggi è presente in musei quali l’Ermitage di San Pietroburgo, il Victoria Albert Museum di Londra, il Louvre di Parigi e il Metrpolitan di New York, nel ’97 alla Fiera del Turismo di Lipsia (Germania), nel 2007 a Praga, e tutt’oggi sono presenti in importanti gallerie d’arte e nelle più note fiere, italiane ed estere, del settore turismo e cultura. Un oggetto di maiolica durantina rappresenta sicuramente la giusta attenzione e il prezioso ricordo della visita alla Città.

Gli artisti di oggi: le botteghe d’arte

Il patrimonio di conoscenze degli antichi maestri si è trasmesso nel tempo. Nelle botteghe i ceramisti di oggi fanno rivivere la ricchezza straordinaria dei vasi e dei piatti istoriati. Non mancano la ricerca artistica, l’innovazione e la sperimentazione di nuove tecniche.

  • Ceramica d’Arte L’Antica Casteldurante
    di Gilberto Galavotti e Giuliano Smacchia
    Piazza Cavour, 4 – Urbania
    Tel. 0722 317573
    ceramica.casteldur@libero.it


SCOPRI I CORSI DI CERAMICA ORGANIZZATI DALL’ASSOCIAZIONE AMICI DELLA CERAMICA

Associazione Amici della Ceramica

Attiva dal 1995 l’Associazione ha raccolto la tradizione e l’opera della Ceramica di Casteldurante con l’obiettivo di riproporre e tramandare l’antica arte durantina, svolgendo il ruolo di scuola e circolo culturale attraverso una serie di corsi che si tengono durante tutto l’arco dell’anno. L’Associazione da sempre promuove e organizza incontri con artisti contemporanei di livello internazionale al fine di realizzare una ceramica che dialoga con il presente.

Piazza del Mercato, 6/7 – Urbania
Cell. 340 3259209 (Irene Trenta)

 

Meteo La ceramica di Casteldurante

Gio

9.2°C

Ven

18.15°C

Sab

16.95°C

Montefeltro c'é

Crea account

  • Lorem ipsum dolor sit amet
  • Lorem ipsum dolor sit amet
  • Lorem ipsum dolor sit amet
[lrm_form default_tab="login" logged_in_message="You have been already logged in!"]